Davvero Buoni propositi / Really Good Resolutions

by simonacampli

Avete pronte le vostre liste dei buoni propositi per questo nuovo anno?

Resolution

Ricordate che delle buone risoluzioni si focalizzano sul processo più che sul risultato, come dicevamo la scorsa settimana, nel nostro elenco delle strategie più funzionali da seguire nel porsi un obiettivo.

A volte, infatti, più della meta è il viaggio ad essere fonte di crescita.

Come vi avevo anticipato un’interessante lista di buoni propositi per l’anno a venire l’ha pubblicata TED, il blog della famosa conferenza Technology Entertainment Design che risponde alla mission di “ideas worth spreading“. E allora diffondiamo queste creative risoluzioni! Molte di queste idee sono collegate ad argomenti che abbiamo trattato insieme quest’anno, perciò mi sembra un buon rito di passaggio.

Ora vorrei darvene un resoconto in chiave strategica.

  • Make time: l’autore di questa risoluzione ci spiega che per liberare la nostra parte creativa bisogna darle uno spazio e un tempo nelle nostre giornate. La mia riflessione è: vi ricordate quando abbiamo parlato di “stare nel presente”? Evitare di cedere al costante flusso di input della frenetica vita quotidiana per ravvivare le nostre risorse interiori
  • Take charge: smettiamola di trovare risposte esterne alle nostre domande. Se vogliamo realizzare qualcosa di nuovo nella nostra vita, bisogna prendersi la responsabilità di passare all’azione.
  • Chiedi per ciò che desideri -non ti verrà data qualsiasi cosa, certo, – ma se non chiedi non avrai di sicuro. Questa frase l’ho voluta lasciare in originale per il suo forte impatto emotivo: quando abbiamo bisogno di una mano per raggiungere un nostro desiderio non bisogna aver paura di chiedere. E’ un pò come quando abbiamo affrontato il tema del rifiuto: non si può evitare nella vita, possiamo solo esercitarci a rispondere meglio ad esso.
  • Vuoi essere felice? Esercitati in essere grato ogni giorno: un’altra risoluzione attiva. Mi piace molto perchè l’autore di questa idea ne parla come di un shift in perspective, un cambio di prospettiva -un concetto molto strategico. Bisogna aprirsi alle opportunità che girano intorno a noi mettendoci nella giusta predisposizione per coglierle.
  •  Cammina di più, stai meno seduto. Questa è una idea che richiama alla mente tutti i post sull’importanza di staccare la connessione ogni tanto, alzarci dalla nostra scrivania e uscire all’aria aperta. Rientrare nel mondo naturale e delle relazioni fisiche per assaporare nuovi stimoli creativi. L’esercizio fisico è un alleato dell’esercizio mentale.
  • Datti del tempo per raggiungere i tu0i obiettivi: questo proposito mi ricorda il proverbio ” la fretta è cattiva consigliera. Essere impazienti e anticipare il futuro proettando in esso profezie negative non aiuta la nostra concentrazione e la nostra performance quotidiana. La determinazione è vivere la vita come una maratona, non come uno sprint.
  • Guarda alle tue paure come un atto della tua immaginazione. Le paure sono create dalla nostra mente a nostra somiglianza. Conoscerle è la chiave per sconfiggerle. Vi ricordate quando dicevamo di guardare il fanstasma negli occhi?
  • Leggi dei libri che sfidino la tua percezione e le tue credenze. Io aggiungerei: non temere il disaccordo con gli altri ma arrichisciti dei loro punti di vista diversi. Una flessibilità mentale è la chiave per il benessere relazionale.
  • Fà che il tuo stress lavori per te e non contro di te. Vi ricordate la forza del vulcano? In altre parole: trasforma la rabbia in forza motrice!

Che ne pensate? Spero che queste idee innovative abbiano stimolato la vostra mente come hanno stimolato la mia.

Buoni propositi e buon anno a tutti voi!

Se ti è piaciuto l’argomento di questo post e vorresti essere contattato per essere avvisato su questo o altri argomenti, o proporne uno, riempi solo questo utilissimo form

———————————-

Have you got your good resolutions lists ready for this year?

Remember, as we said last week, some good resolutions are focused on the process more than the results, as in our list of “the most functional strategies” to be followed when setting a goal.

Most of the times, in fact, more than the destination it is the journey that give us a real source of growth.

As I’ve anticipated, I’ve found an interesting list of good intentions at TED, the blog of the famous conference called Technology Entertainment Design that follows the mission of “ideas worth spreading.” So let’s spread these creative resolutions!

A lot of of these ideas are connected to subjects that we have treated together this year, therefore it seems to me a perfect rite of passage.

I’d like to give you  an account of it under a strategic point of view.

  • Make time: the author of this resolution explains us how, to let our creative part free, we have to make more free space and time in our days.  My reflection is: do you remember when we said “to stay in the present?” Avoiding  the constant flow of input, the frantic daily life; revive your inner resources.
  • Take charge: let’s stop looking for external answers to our questions. If we want to realize something new in our life, we need to embrace the responsibility and directly pass to the action.
  • Ask for what you want : You won’t get everything you ask for, of course—but you won’t get anything you don’t ask for. I wanted to copy this sentence exactly as it was written because of its strong emotional impact. When we need a hand to reach one of our desire, we don’t need to be afraid to ask. It is something concerning the theme of rejection. It can’t be avoided in life, we just have to practice our best skills to deal with it.
  • Do you want to be happy? Practice gratefulness daily: another active resolution. I really like when the author of this resolution, explains it as a shift in perspective – a strong strategic concept. We must be opened to the opportunities around us, to have the correct attitude to receive them.
  • Walk more, sit less. This is an idea that brings back to my mind all the posts I wrote on the importance of disconnecting sometimes, leaving our desks and to going out. To re-enter the natural world and its physical relationships, to taste new creative inputs. The physical practice is an ally for the mental exercise.
  • Allow yourself time to meet your goals: this intention has something in common with the old saying “the hurry is a bad advisor”. Being impatient, anticipating the future, projecting negative prophecies on it, doesn’t help our concentration and our daily performance. Grit is living life like a marathon, not a sprint.
  • See your fears as an act of your imagination. Fears are created by our mind to our similarity. Knowing them is the key to defeat them. Do you remember when we said to look at the ghost in its eyes?
  • Read books that challenge your perception and your beliefs. I’d also add: travel to new places; don’t fear disagreement with others but enrich your mind of their different points of view. A mental flexibility is the key for realational wellness.
  • Let your stress works for you instead of against you. Do you remember the energy of the volcano? In other words: turn the anger into driving force!

What do you think? I hope that these innovative ideas could stimulate your mind as much as they stimulated mine.

Have great resolutions for a wonderful year to everyone of you!

If you liked the topic of this post and you would want to be informed on this or other matters, or if you’d like to propose oneJust fill this useful form

Advertisements