Realizzare le tue idee / Making Ideas Happen

by simonacampli

Making-Ideas-Happen

Passare all’azione e realizzare le idee in maniera pratica e razionale. Creatività e Razionalità riunite all’interno di un processo di progettazione studiato per ridare il controllo a chi, dopo aver avuto una brillante idea, si ritova presto perso nel caos della realizzazione.

“Making ideas happen” è un interessantissimo libro di Scott Belsky, fondatore di behance, una compagnia nata con la missione di ridare potere al mondo creativo, rendendolo organizzato. Il punto di vista dell’autore è che nessuno sia nato con la capacità di portare a compimento un’idea, mentre molti hanno il talento di immaginare l’idea. Ma dal momento dell’immaginazione a quello della realizzazione e della messa in opera ci passa un mare, come diceva il proverbio. Ecco allora che Belsky, attraverso il suo pratico e informativo libro ci guida attraverso un processo in 3 step che, promette, salverà dal fallimento e dal dimenticatoio tutti i nostri progetti creativi.

Come?

Dopo aver studiato le abitudini di personaggi eccezionalmente produttivi e dei loro team, questo brillante studioso ha ideato, e implementato, una strategia in 3 atti che racchiuda al suo interno la logica delle tecniche che ha visto produttivamente messe in pratica.

Il suo è un approccio sistematico all’organizzazione creativa che cerca di colmare il vuoto che molto spesso si viene a creare dal momento dell’illuminazione a quello del successo.

Edison diceva che il genio è 1% inspirazione e 99% traspirazione.. c’è da lavorare allora!

  • Per cominciare la mente creativa deve tenere a bada la produzione di idee per non intasare i circuiti cerebrali; bisogna fare un’attenta scrematura all’origine delle idee per tenere solo quelle con un potenziale di attivazione effettivo
  • Bisogna poi tenersi sempre aperti allo scambio di idee e alla competizione; avere quindi un team di riferimento con cui poter confrontarsi e, perchè no, anche scontrarsi, per mantenere alto il livello di creatività
  • Allenarsi nella leadership per far sì che la creatività non vada alla deriva! E, ancora più innovativo a mio parere, si parla anche di Auto-Leadership, per ottimizzare le proprie capacità e minimizzare gli sprechi di energia creativa

Innovativo, non vi pare? Uno dei concetti chiave del libro, “l’action step” ha prodotto un vero e proprio sistema, l’ “action step method”, che in tre passi (il numero tre continua a tornare eh!) ci guida a rendere i nostri progetti sempre più attivi e pratici.

E’ veramente una lettura che consiglio a tutti, capace di fornire un servizio di organizzazione mentale a tantissimi livelli, a partire dalla comune e personale vita quaotidiana. Oppure in quei momenti in cui abbiamo voglia di abbracciare il cambiamento.

Passaggio all’azione! Dai il via al realizzare le tue idee! E ricorda che è una capacità che, una volta attivata, non invecchia mai!

“Making Ideas Happen” Scott Belsky, Portfolio (2010)

*illustrazione di Francesco Bongiorni

Ti è piaciuto l’argomento di questo post?

Hai un argomento di cui vorresti sapere di più?

Riempi solo questo utilissimo form

[contact-fieldlabel=’Website’ type=’url’/]

——————

To propel and to realize ideas in a practical and a rational way.

Creativity and Rationality together in a process of planning, created to give back control to those who, after having had a bright idea, find themselves lost in the chaos of making.

“Making ideas happen” it’s an interesting book by Scott Belsky, founder of behance, a company born with the mission to give back power to the creative world, making it more organized. The point is that nobody was born with the ability to bring an idea to conclusion, while many have the talent to imagine those ideas.

But from the moment of the imagination to the implementation there is unfortunately still a large gap.. “between words and action”, as the expression says.

This is when Belsky, through his practical and informative book, leads us through a 3 steps process that – he promises- will save from failure and oblivion all of our creative projects.

How?

After having exceptionally and meticulously studied the habits of productive personalities and of their teams, this bright researcher has conceived, and implemented, a strategy in 3 actions that contains the logic of those techniques, that he has effectively seen put into practice.

It’s a systematic approach to the creative organization that tries to fill the void, very often, built between the moment of the illumination and the actual success.

Edison famously said that “genius is 1% inspiration and 99% perspiration”.. we must go to work then!

  • First of all, creative mind must restrain the production of ideas to avoid clogging the cerebral circuits; a careful selection at the source is needed, to hold only those ideas with a real active potential.
  • After that, we need, always to be open to exchange of ideas and competition; having a team around with whom we can compare our thoughts, because flexible, open minds keep an high level of creativity.
  • Be trained to leadership to assure that creativity doesn’t go adrift! And, even more innovative to my opinion, Belsky writes about Self-Leadership, how to optimize our own abilities and minimize waste of creative energy.

Brilliant, don’t you think?

One key concepts in the book, “the action step”, has produced a real system, the “action step method”, that in three steps (the number 3 again!) leads us to make our projects more and more practical.

It is a reading that I really recommend to everybody, a book able to supply a service of mental organization, at various levels, starting from adding a pinch of strategy to daily and common life.

Or else, in those moments when we feel like embracing the change.

Action! Let’s make your ideas happen! And remember, it is a ability that, once developed, endures over time!

Did you like the argument of this post?

Do you have some content you would like to read about?

Just fill this useful form

Advertisements