Running a startup: how to stress less / Fondare una startup: come gestire lo stress

by simonacampli

Starting a new project in everyone’s life is an exciting time. Adrenalin rises when we have the possibility to see our ideas put into practice and that’s why we find ourselves having more energy than we thought; once the product is in front of us, completed, we feel immensely proud, let’s say is a bit like our own child!

What is so often undervalued is the huge amount of stress that comes normally along with the energy boost and a specific type of stress, different from others. As I had preempt last week let’s see why!

A. The first thing to consider is : it is a personal matter.

If our project speaks of ourselves as a person, than the related stress does too and that is why can makes us suffer even more! Not only success is at stake but THE success, the one we were building for a while, it is a high risk situation.

B. 24/7

The second aspect is a natural consequence of the first one: is very hard to step back or avoiding “bringing the job at home” when the job is our passion and is a personal issue. The tendency here is to be absorbed in it 24 hours a day, 7 days a week.

C. Satisfaction sources come all from the outside

This is something to be taken with a grain of salt because doesn’t have to be the case if we follow the healthy psychological habit of keeping a good protective barrier on personal satisfaction. Success defined from the outside, as for money or fame, is not 100% under our direct influence or control and it is never a linear growth. We will experience ups and downs and when it comes to our start-up or our project is quite common that a good percentage of the result will be on our conscience and our personal satisfaction, far more than when we’re dealing with an executive job, where we don’t have emotional connections. So be aware of these ups and downs: fluctuations are always equals to feeling moody? How strong is the impact on our personal life and our self-confidence?

With this smart recipe we are now cover in start-up stress and the main risk we’re facing are

  • Hopelessness
  • Loss of motivation
  • Loss of creativity

..anxiety, despair, what else? Even our body pays the price because the stress performance impacts the quality of our work with deficit of attention, decision making, memory and clear perception of things. That’s how the stress works in our brain:

Stress Brain

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

So how can we take care of our stress and avoid obstacles we would put on our way with our own hands?

This is a productive survivor kit for a better life with low stress levels!

stress less

 

And for those of you who’d like some apps :  Headspace, 5 minute Journal, SweetBeat..

Are you feeling better again? Good job! With regained creativity in your veins you can now find more personalized strategies to handle the stress!

Images from:

rxwiki.com

Hana Abaza

 

Did you like the topic of this post?

Do you have some content you would like to read about?

Just fill this useful form

 

——————-

Cominciare un nuovo progetto è sempre un momento eccitante nella vita di un individuo. L’adrenalina di veder realizzate le proprie idee ci spinge a utilizzare risorse ed energie che non pensavamo di avere e alla fine quando il prodotto è finito ed è tangibile ci sentiamo orgogliosi come non mai, diciamocelo è un po’ come nostro figlio!

Quello che spesso sottovalutiamo è che insieme a questo boost di energia spesso arriva anche una grossa quantità di stress e oltretutto si tratta di un tipico stress, diverso da altri. Come anticipato la settimana scorsa, vediamo perché!

A. La prima caratteristica da considerare è : si tratta di un fatto personale

Se il nostro progetto parla di noi anche lo stress che ne deriva ci conosce da vicino, e forse per questo ci fa soffrire di più! In gioco non c’è solo un singolo successo ma IL successo e quindi possiamo dire che ci troviamo in una situazione ad alto rischio.

B. 24/7

Il secondo aspetto è un po’ una conseguenza del primo: è difficile prendere una pausa o evitare di “portare il lavoro a casa” quando si tratta di un lavoro che ci appassiona e che parla di noi. La tendenza è a esserci immersi 24h al giorno e 7giorni su 7.

C. La fonte di soddisfazione è spostata molto all’esterno

Questo è un aspetto da considerare “con le pinze” perché non deve per forza essere così, anzi, è una sana abitudine psicologica avere sempre una buona barriera protettiva nei confronti della soddisfazione personale. Il successo stabilito dall’esterno, monetario o di fama che sia, non è 100% sotto il nostro controllo e conseguenza delle nostre azioni e non è mai LINEARE. Ci sono sempre molti alti e bassi. E’ comune che, promuovendo una nostra start-up o un nostro progetto personale, la percentuale di impatto del risultato sulla nostra soddisfazione personale è più grande che se stessimo facendo un lavoro esecutivo, con cui non abbiamo legami emotivi. Ma teniamo d’occhio gli alti e bassi, le fluttuazioni corrispondono sempre a fluttuazioni nel nostro umore? Che impatto hanno sulla nostra vita privata e sulla nostra sicurezza personale?

Con questa bella ricettina per lo stress da imprenditori possiamo dire che i rischi principali che corriamo corrispondono a

  • Perdita di speranza
  • Perdita di motivazione
  • Perdita di creatività

..ansia, disperazione e quant’altro! E non solo, il nostro corpo ne risente, la nostra performance sotto sforzo diminuisce e anche la qualità del lavoro (attenzione, Decision Making, memoria, chiarezza percettiva..). Nel nostro cervello succede questo:

Stress Brain

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come possiamo quindi prenderci cura del nostro stress e schivare gli ostacoli che altrimenti ci metteremmo davanti con le nostre stesse mani?

Ecco un kit per la sopravvivenza produttiva e una vita migliore con bassissimi livelli di stress!

stress less

 

 

E per chi va sempre di corsa ci sono anche delle app da utilizzare: Headspace, 5 minute Journal, SweetBeat..

Vi sentite già meglio? Bene! Con la creatività che scorre di nuovo a pieno nelle vostre vene potete trovare altre strategie personalizzate per gestire lo stress! Buon Lavoro!

 

Immagini prese da:

rxwiki.com

Hana Abaza

 

Ti è piaciuto l’argomento di questo post?

Hai un argomento di cui vorresti sapere di più?

Riempi solo questo utilissimo form

Advertisements