The sparkle in your life / Il luccichìo nella vita

by simonacampli

When I started this blog I had clear in mind that talking about strategies to enhance the quality of human experience, of life in general, is not only talking about problem-solving.

Sometimes the difficult part is in enjoying what we do everyday,

even if we don’t have any concrete problem in doing these activities. There is when the crisis is more subtle; when we’re not really impaired in our abilities, we tend to go on without questioning the quality of our life, gradually forgetting what we’re missing.

So what is that can make the difference for a better quality of emotional happiness? It is a complex recipe, full of personal ingredients, impossible to figure out for everyone. But some of these ingredients can be unanimously precious, simply because we naturally experienced those in our past, as in our childhood for example.

That is, in fact, the case of wonder.

Let’s erase the unsophisticated belief that not every life needs a sparkle of magic, or creativity, to be fulfilling. Even the most common job, and the most common lifestyle is always enriched by love, creativity, emotions.

These are all things made of wonder. So let’s embrace this creative part of our being, let’s protect the sparkle in our life!

 

 

Did you like the topic of this post?

Do you have some content you would like to read about?

Just fill this useful form

————-

Fin dall’inizio l’intento di questo blog, racchiuso nel suo titolo “Strategia”, è stato di parlare e discutere modi per migliorare la qualità della vita di ognuno.

Fin dall’inizio era chiaro nella mia mente e nelle mie intenzioni, come questo scopo andasse oltre argomenti di problem-solving.

La sfida più grande che abbiamo spesso è nel gustarci appieno la vita di tutti i giorni,

anche se non viviamo grosse difficoltà nelle attività quotidiane.

Ecco quando la crisi è più sottile, quando, pur non soffrendo per difficoltà specifiche, non siamo felici;  non siamo costretti a fermarci però, andiamo avanti come se nulla fosse, gradualmente dimenticando ciò che stiamo perdendo.

Quindi cos’è che fa la differenza per una maggiore qualità di vita e per la felicità emotiva? E’ una ricetta complessa, ricca di ingredienti personali, impossibile da creare uguale per tutti. Alcuni di questi ingredienti però, possono essere preziosi per tutti, semplicemente perché fanno magari parte del nostro passato, della nostra infanzia per esempio.

Questo è il caso della meraviglia.

Dimentichiamoci la visione semplicistica della vita che non dà importanza alla magia, alla creatività, per la sua soddisfazione. Anche il lavoro più comune e lo stile di vita più ordinario necessita di essere arricchito di amore, creatività, emozioni.

Queste sono tutte fatte di meraviglia. Nel video che presento, purtroppo privo di sottotitoli italiani, si parla di questo. Di come la meraviglia dei bambini e la loro capacità di credere a storie probabilmente non vere, dia loro una marcia in più nel sapersi meravigliare e quindi nel gustare tutto ciò che nella vita chiamiamo “arte”. L’irrazionale, il fantasioso, il creativo.

“Sappiamo tutti che l’arte non è verità. L’arte è una menzogna che ci fa realizzare la verità, almeno nella porzione che ci è dato capire. L’artista deve trovare il modo per convincere gli altri della veridicità delle sue bugie”.

Pablo Picasso.

L’autore di questo intervento alla TED conference è Mac Barnett, scrittore di narrativa per bambini e fondatore di uno spazio particolare di gioco e formazione. E’ molto bella la discussione che fa su come la capacità di meravigliarsi del non-vero, dell’incredibile, sia qualcosa che non appartiene solo ai bambini, anche se in quel momento della nostra vita siamo tutti più predisposti a questa capacità.

Ciò che viene definito “la sospensione volontaria dell’incredulità” (Coleridge) o anche “fede poetica”.

” E’ uno spazio di mezzo (..) dove approdiamo quando leggiamo. (..) Sappiamo che i personaggi che leggiamo non sono veri ma abbiamo veri sentimenti ed emozioni verso di loro (..) Sappiamo che questi personaggi non sono veri, ma contemporaneamente sentiamo che lo sono”.

Prima di fondare il suo negozio / spazio di scrittura per bambini a Los Angeles, Mac Barnett ha lavorato in un altro luogo dove la fantasia si univa facilmente al quotidiano. Si tratta di 826 Valencia, si trova a San Francisco ed è il primo di questi luoghi dove, dietro una porta di un negozio, si apre lo spazio no-profit per la lettura e la formazione attraverso il gioco, dedicata ai bambini. Fondato da Dave Eggers, uno scrittore e novellista contemporaneo, l’associazione ha davanti un negozio che doveva mantenere la sua funzione commerciale per motivi legali.

Volendo creare uno spazio di divertimento che preparasse i bambini e i ragazzi ad arrivare alla porta dell’associazione – dove avrebbero fatto i loro compiti o letto dei libri o dove si potevano esercitare con la scrittura – con la giusta predisposizione, il negozio è stato ironicamente reso un luogo di rifornimento per pirati. Colorate toppe per gli occhi, pozioni, occhi di vetro..  Lo stesso principio di divertimento misto alla meraviglia è stato riprodotto nel nuovo punto dell’associazione, a Los Angeles, questa volta con un altro tema : i viaggi nel tempo. Attraverso divertenti oggetti che giocano ironicamente sul tema dei viaggi nel tempo, ancora una volta, i bambini sono avvicinati al centro di tutoring con uno spirito di gioco e di creatività che ha reso entrambi questi luoghi un successo.

“E’ uno spazio speciale proprio grazie a questo strano negozio di fronte, un luogo dove il gioco non è un gioco, dove non puoi trovare il limite della finzione, dove questa ha colonizzato il mondo di tutti i giorni. E’ come un libro in tre dimensioni, il livello della meta-finzione, della storia nella storia”.

Mi fermo qui; ascoltate e divertitevi con il video,  per chi non ha modo di ascoltarlo per via della lingua questo voleva essere un breve riassunto dei concetti chiave che riportano alla meraviglia.

A questo pizzico di luccichìo così importante per la nostra vita, che dobbiamo veramente proteggerlo in prima persona.

 

Ti è piaciuto l’argomento di questo post?

Hai un argomento di cui vorresti sapere di più?

Riempi solo questo utilissimo form

Advertisements