There is a love life .. after / C’é amore anche.. dopo

by simonacampli

amore dopo gravidanzaKeeping romantic love alive in your special relationship after the arrival of a baby? For the 67% of the couples in this statistic above it looks like a hard fight and unfortunately this is the story of many people. But other researches and testimonies say it’s not an impossible thing to make true, even more the relationship can be tightened up through the experience, but how?

Many agree on the crucial importance of intimacy and time to devote to the “couple only” in order to maintain the level of satisfaction high before and after the pregnancy. Many biological and hormonal factors contribute to create a substantial difference in the experience of the two partners during and after the pregnancy and this can lead to an increasing distance. To this we can add the extreme change in daily rhythms, the main source of phisical and emotional stress that can be hard to accept. Especially without a working method: having a basic shared agreement between the partners on priorities seems to cut the stress in two and, as prof. Stephanie Brown -head of the Mother Infant Stream in Victoria, Australia- underlines. Avoiding any form of procrastination!

Both partners need to be on charge for a portion of responsibility when it comes to the family but to the couple lifestyle too. Planning a romantic dinner, a pleasurable surprise or simply relieve the partner of only one tiny thing to do among the many others on the list. These are the elements that maintain an efficient and lovely team!

Brown also says that another factor to consider might be the difficult acceptance for the woman to her new body and how she can find a good meeting point between her ongoing feminine role in the couple and the new role of mother. Generally speaking  an adjustment period is very common, where the two partners are physically distant but still affectionate and emotionally close, while biology settle in.

The good news is that the arrival of a baby, even being a possible stress because of the many changes required, might be harder on couples that were lacking in serenity even before the pregnancy and less difficult for stronger and grounded unions.

To control the impact of the extreme change is then crucial being prepared; in Australia there are seminars called “Expected the unexpected” that are a sort of couple check-up, of its overall fragile points and strenghts so that they can build on the results.

Another good aspect is, as we were saying, a good distribution of the duties especially since women, during the first months, tend to be overloaded of things to do and follow with a much bigger loss in independent time than their partners. This feeling of being excluded from social life can be handled well with a stronger sensibility on the matter from the men, while women need to learn how to directly ask for a break when they need one. The sooner they will leave their partners in the special relationship mother/son or daughter, the sooner the couple will start breathing again.

Stronger couples can also soon lean on the choice of spending time separately in order to re-built an inner and physical balance; this choice must be handled with care and with a consensual attitude in order to avoid again feelings of being left alone.

For many other aspects of the matter the golden rule is, as always, Elasticity and Dialogue, avoiding stepping on the other’s toes; the change is a process that must be experienced on an individual level as much as together, finding personal solutions that can be shared and agreed with the partner, creating new couple strategies. This is the key to protect romantic love before.. and after!

If you liked the topic of this post and you would want to be informed on this or other matters,

or if you’d like to propose one

Just fill this useful form

Mantenere attivo un rapporto d’amore anche dopo la nascita di un figlio? Per il 67% delle coppie, secondo questa statistica, sembra un’impresa ardua e purtroppo molti studi seguono la stessa linea di interpretazione. Ma si può preservare un rapporto d’amore e di passione dopo la nascita di un figlio rafforzandolo attraverso l’esperienza, ma come?

Molti studi puntano il dito sull’intimità e sul tempo da dedicarsi come coppia oltre che come famiglia, per regolare la soddisfazione prima e dopo la gravidanza. Diversi elementi biologici e ormonali creano, durante la gravidanza ma soprattutto dopo, differenze sostanziali tra i due partner e questo può contribuire a creare una distanza troppo accentuata. A questo si aggiunge il cambiamento estremo di ritmi dopo la nascita di un figlio, decisamente fonte di stress e in generale cambiamento non ben tollerato dalla maggior parte delle persone. Questo soprattutto senza un metodo: avere un accordo di base tra i partner sulle priorità sembra aiutare a diminuire lo stress da cambiamento secondo la prof. Stephanie Brown, capo del Mother Infant Stream a Victoria (Australia). Evitare la procrastinazione!

Ognuno dei partner deve farsi carico della propria dose di responsabilità come parte di una coppia, esattamente come si fa per una famiglia. Organizzare un appuntamento romantico o fare una sorpresa o sollevare il partner di una delle mille incombenze quotidiane, questi sono gli elementi che creano un team efficiente e innamorato!

La professoressa Brown sottolinea anche le difficoltà femminili di accettare il proprio cambiamento fisico e corporeo e soprattutto di trovare un buon punto di incontro per la donna tra il ruolo di madre e il ruolo di donna, soprattutto riguardo al proprio corpo. In generale un fattore di aiuto è considerare normale un periodo di distanza fisica dopo la nascita del primo figlio e nel frattempo che la biologia si riassesta nutrire la coppia di affetto e vicinanza psicologica.

La buona notizia è che comunque la nascita di un figlio, pur rappresentando un momento potenzialmente stressante in quanto gran cambiamento per tutti, creerebbe difficoltà principalmente a coppie che vivevano non completamente in maniera serena il proprio rapporto anche prima della gravidanza, e molto meno per le coppie solide e soddisfatte precedentemente. Per diminuire, quindi, l’impatto improvviso del cambiamento un buon metodo è partire preparati; sempre in Australia esistono dei seminari dal titolo “Aspettare l’Inatteso” una sorta di check-up della coppia, dei suoi punti deboli a prescindere dalla gravidanza e dei punti di forza, in modo da poter costruire su questi ultimi.

Un altro importante aspetto, come dicevamo prima, è la ripartizione delle incombenze e il fatto che le donne si trovino per forza di cose, specialmente all’inizio, a gestire un enorme quantità di impegni fisici ed emotivi quotidiani con una limitazione della libertà e dello svago che differisce da quella dei partner maschili. Questa sensazione di essere tagliate fuori può diminuire con una certa sensibilità da parte del partner; le donne nel frattempo devono imparare a chiedere un break quando ne hanno bisogno. Prima possibile si lascerà entrare il proprio partner nello speciale rapporto duale madre-figlio, prima la coppia potrà riprendere a respirare.

Le coppie forti poi possono poggiarsi anche sulla scelta di tempo da spendere individualmente per ritrovare separatamente un proprio equilibrio interno e fisico di cui potranno giovarsi a livello di coppia; questa scelta va però fatta in maniera consensuale per evitare che nessuno dei due si senta nuovamente escluso o abbandonato in un momento decisamente delicato dal punto di vista emotivo.

E per molti altri aspetti della questione è la regola è come sempre Flessibilità e Dialogo evitando di pestarsi troppo i piedi a vicenda; il processo di cambiamento deve essere attraversato insieme ma anche individualmente, trovando soluzioni personali per poi discuterne insieme per renderle strategie di coppia. Ecco il modo migliore per salvaguardare l’amore prima.. e anche dopo!

Se ti è piaciuto l’argomento di questo post,

se vorresti essere contattato per essere avvisato su questo o altri argomenti, o proporne uno

riempi solo questo utilissimo form

Advertisements