Self-Confidence / Fiducia in sé stessi

by simonacampli

There’s no need to be perfect to inspire others. Let others get inspired by how you deal with your imperfections.

Even more than knowing what goals to achieve in life, it seems to be quite crucial to have a good deal of self-confidence, in order to reach those goals when they are finally found.

Very often people doubt they deserve to achieve something. This feeling of being unworthy is a truly unpleasant sensation that will grow its stronger in time, particularly through one source: avoidance.

Avoiding challenges, trying new things, going over our limits. Avoidance will soon feel like a cage and will gradually shrink until the feeling of being trapped has spread everywhere around.

So what is that pushes people into avoiding even if, instead of helping them solving their problems, this will lead to make them feel unhappy and more and more trapped ?

The main emotion is usually fear.

Fear of making mistakes, acting like a fool, being judged or even rejected.

Fear that can be originated from negative life experience, but also be independently created as a way to manage the uncertain, desperately trying to prevent bad events. In this latter case what maintains the fear is mainly a belief that life is risky or a series of dark thoughts, negative prophecies that obscure our daily life. It can also be linked to an excessive pressure towards success that, consequently, created a huge performance – anxiety.

Even more than in others difficult circumstances, when fear is present and people feel unworthy or they lack in self-confidence, it’s usually very interesting to investigate the sense of self-value that has a lot to say in how much motivation can be used to achieve things.

It is also important to consider the nature of the goal itself. Sometimes people set extremely unrealistic objectives, either for their qualities or for the timeframe to complete them and these are, very bluntly, perfect ways to create a failure from nothing. The same can be said when the general attitude is to expect perfection in every little steps of life with the usual effect of being constantly disappointed. Accepting imperfections and mistakes is a big part of creating a strong and stable sense of self-confidence.

Next week we’ll discuss strategies to strengthen self-confidence but for the moment let’s stay here in contemplating the difficulty, wondering how many other ways (like, as we said, avoiding) can I find to create a more difficult life for my sense of self-confidence? How can I, voluntarily and actively, worsen my situation?

 

selfconfidence

——

 

Non c’è bisogno di essere perfetti per inspirare gli altri; fa si che gli altri si lascino inspirare dal modo in cui gestisci le tue imperfezioni.

Essere sicuri di sé. Ancor più di sapere cosa vogliamo nella vita sembra che avere fiducia in sé stessi sia cruciale per saper raggiungere quei traguardi, una volta individuati.

Molto spesso, però, le persone purtroppo non sentono di essere in grado di raggiungere un determinato obiettivo. Questo senso di non essere all’altezza tende ad allargarsi nel tempo e si nutre di una principale esperienza: l’evitamento.

Evitare le sfide, evitare di provare, evitare di spingersi oltre i nostri limiti. L’evitamento è la gabbia che ci costruiamo intorno a noi e che gradualmente si stringe sempre di più, limitandoci, facendoci sentire in trappola.

Come mai le persone evitano pur vedendo che non serve a risolvere i loro problemi ma, anzi, sentendosi sempre di più prigionieri?

Principalmente per paura.

Paura di sbagliare, paura di fare brutte figure e di essere giudicati, paura di essere rifiutati.

Questa paura può essere basata su difficoltà ed eventi pregresse o semplicemente rappresentare una sensazione a priori che ci spinge a voler prevenire il peggio evitandolo. In questo secondo caso possono essere presenti delle convinzioni o aspettative negative nei confronti degli eventi e anche una eccessiva pressione al successo che crea, di contro, un’enorme ansia da prestazione.

Ma ancora di più che in altre difficoltà legate alla paura, la mancata fiducia in sé stessi è legata al senso di valore personale che ognuno ha. Quanto ci meritiamo di raggiungere un determinato traguardo ha un peso considerevole nella motivazione a metterci in gioco.

A volte, inoltre, è anche l’obiettivo ad aver bisogno di essere riconsiderato. Porsi delle mete poco realistiche, per tempistiche o per qualità dell’obiettivo, è un po’ come costruirsi un fallimento con le proprie mani. Allo stesso modo aspettarsi la perfezione nella vita rappresenta un’illusione che ci porterà inevitabilmente ad essere delusi. Accettare le imperfezioni e gli errori è una parte necessaria al processo di costruzione del nostro senso di sicurezza personale.

La prossima settimana vedremo dei modi per rafforzare la fiducia in sé stessi, intanto restiamo un attimo a contemplare la difficoltà chiedendoci: quali sono tutti gli altri modi (oltre all’evitamento) che ho per peggiorare, volontariamente e attivamente, per sentirmi sempre meno all’altezza della situazione?

selfconfidence

 

Advertisements