Communication to boost Team efficacy & motivation / Comunicare per aumentare la motivazione e l’efficacia del Team

by simonacampli

comunicazione team

When the team or a project lives circumstances of stress and difficulty it is, sometime, hard to keep in mind that we’re still talking about people. Problems and issues can be better understood and eventually tackled by following the know how gathered from studying of the individual. The logic behind team matters can be cracked following a similar – adapted – logic of the individual problems.

Most of all it is pivotal to consider the main difference between a general group and the team, where shared goals and even values – especially when it comes to team and project which are purpose-driven – creates a unified identity. In purpose-driven work this aspect is exponentially stronger and the closeness of the team and how personal the work is felt can even echo dynamics seen within families.

Motivation is a key function for the team. How can this be kept high and strong despite difficult times?

Chen and Kanfer (2006) suggests how team performance and its ability to strive and reach the goals are linked to individual self-awareness and self – efficacy  (Bandura). The latter is defined as

“the extent or strength of one’s belief in one’s own ability to complete tasks and reach goals”.

So even if the team is really cohesive as one single unity, it is still crucial to consider individual issues and personal problems, in order to guarantee a good, stable motivation throughout the work.

This has particularly effect when the team is spread out in space and the individual work happens in different time-zones and contexts. Individual contributions can be so specific and specialized that a difficulty in communication can arise.

Effective communication, is, indeed, particularly important for team motivation. Consequently,  a precise schedule must be put in place where opportunities of sharing points of views and create a debate – even better a dialogue – are ensured through any medium available, always preferring face-to-face communication. When communication is positively and strategically functioning a number of things become possible such as conflict-resolution, unconventional thinking, creative and innovative problem solving.

Over the past months we’ve discussed many kinds of communication strategies. During Christmas weeks Strategy will be offline, returning in the beginning of the New Year, with a new and expanded selection of themes. For now we wish you a pleasant and relaxing break, with the opportunity of thinking back at this past year while
reading past articles to gather inspiration and insight for the new start.

Best wishes to you all.

***

Quando un’azienda o un progetto soffre nel raggiungere i propri obiettivi molto spesso si dimentica che alla base ci si trova a che fare con persone. Di conseguenza le difficoltà del gruppo possono essere spiegate e anche risolte se si segue la stessa logica -con delle precise modifiche- impiegata nei casi individuali.

In questo caso  il “team” è ancora un’entità diversa rispetto al gruppo, perché risponde ad una volontà unica e ad un’identità condivisa. Se poi ci si trova a che fare con un “purpose-driven” team – con uno scopo ben preciso come nel caso di una startup o di un progetto sociale – la caratterizzazione personale del lavoro è ancora più profonda, al punto tale che il team nel suo funzionamento può assomigliare ad una famiglia.

La motivazione delle persone e del team al completo è una delle funzioni principali per il risultato di successo del progetto. Come si fa a mantenerla alta?

Chen and Kanfer (2006) suggeriscono che la performance del team e la sua capacità di raggiungere gli obiettivi stabiliti sono in relazione alla sicurezza individuale e al senso di efficacia. Il senso di efficacia del sé é definito da Bandura

“la credenza nelle proprie capacità e abilità ad ottenere un risultato”.

Seppur il team ha un forte senso di coesione ed appartenenza bisogna tornare a tenere presente gli individui nelle loro peculiarità e differenze, se si vuole assicurare la maggiore motivazione di tutti. Alcune volte poi il team non lavora nello stesso luogo e – se molto piccolo – le specialità di ognuno possono essere cosi diverse da rendere le varie parti del progetto quasi incomunicabili.

Dico quasi perché, al contrario, la comunicazione tra le parti è una delle più fondamentali azioni per confermare la motivazione del team. Essa va mantenuta e facilitata con un ben preciso programma di scambio, utilizzando vari mezzi a disposizione ma includendo e preferendo la comunicazione di persona ogni volta che sia possibile. Nella comunicazione positiva e strategica è possibile risolvere conflitti, impasse e ostacoli, promuovere il pensiero non convenzionale, creativo ed innovativo ed il problem-solving.

E di strategie per una buona comunicazione ne abbiamo parlato molte volte! In occasione delle vacanze di Natale, Strategy si ferma per due settimane, ripartiremo con il nuovo anno espandendo questo e molti altri temi. Per il momento buona lettura degli articoli passati per chi dovesse recuperare, spero che sia fonte di inspirazione e insight, che nei momenti di relax spesso ricerchiamo.

Auguri di Buone Feste.

 

Advertisements